Acquisto maggiori quantità

Acquisti Grandi Quantità di prodotti come le Firme Digitali, le Marche Temporali o le Visure? Registrati ed accedi al listino per i grandi acquisti!

REGISTRATI
Le vostre Recensioni
Marilena Sardone
BILANCIO DEPOSITATO - ULTIMO DEPOSITATO

Servizio molto rapido ed efficiente.


tiziana facciolo
VISURA CATASTALE PER IMMOBILE

Servizio gentile e disponibile anche davanti alle mie difficoltà a rintracciare tutti i dati necessari ad estrarre il documento di mio interesse. Consigliato.


Newsletter

Iscriviti gratuitamente alla Newsletter, riceverai promozioni ed aggiornamenti su Ufficio Camerale.

Note sulla privacy

News di Ufficio Camerale

Fatturazione elettronica: il Decreto Fiscale introduce alcune novità

Fatturazione elettronica: il Decreto Fiscale introduce alcune novità

di Luca Scuriatti
Il processo di invio si semplifica ulteriormente per aiutare le aziende a questo cambio epocale della gestione contabile

Il Decreto Legge 23 ottobre 2018, n. 119, noto anche come Decreto Fiscale, ha introdotto alcune importanti novità. In questo frangente, preme focalizzare l’attenzione sulle disposizioni emanate in tema di fatturazione elettronica.

Quello della fatturazione elettronica è un tema assolutamente rilevante e di primo piano in questo periodo, in quanto è previsto l’obbligo, dal prossimo 1 gennaio 2019, di emissione e ricezione delle fatture in formato elettronico. Quindi, la carta, in base alle disposizioni attuali, dovrebbe venire sostituita da dei file da trattarsi in maniera informatica, con conseguente necessità di adeguamento al nuovo sistema da parte delle imprese.

Ad oggi, pare che sia rientrante nel campo di applicazione della fattura elettronica la generalità delle imprese, comprese quelle agricole, con poche eccezioni rappresentate principalmente dai regimi fiscali agevolati (minimi e forfaitari). Le novità fiscali in tema, dunque, sono estremamente interessanti.

Tra le disposizioni di nuova introduzione spicca la possibilità, per il primo semestre del 2019, di non applicazione delle sanzioni in alcuni casi di ritardo nell’emissione della fattura in formato elettronico.

Inoltre, pare si voglia concedere un lasso temporale di dieci giorni per la produzione e trasmissione del documento informatico, in maniera tale da consentire una certa flessibilità organizzativa alle imprese.

L’intento del legislatore, dunque, appare quello di, almeno nella fase iniziale, agevolare le imprese nell’adeguamento necessario per entrare a pieno regime nel processo di fatturazione elettronica e ciò appare positivo, dato che si tratta di un cambiamento di ampia portata.

Nell’attesa di eventuali ulteriori aggiornamenti circa novità o ampliamenti della platea dei soggetti esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica, può essere opportuno mantenersi aggiornati sulla materia.

Condividi su

Soluzioni per i professionisti

Commercialisti e Tributaristi

Scopri le soluzioni studiate per il mondo dei Tributari e Commercialisti.

Approfondisci

Avvocati e Notai

Strumenti innovativi per migliorare il lavoro dei Notai de degli Avvocati.

Approfondisci

Ingegneri e Architetti

Soluzioni per velocizzare i processi del lavoro di Architetti e Ingegneri.

Approfondisci

Liberi professionisti e Partite IVA

Aumenta il business con nuovi prodotti tecnologici necessari per il lavoro.

Approfondisci

Diventa Partner di Ufficio Camerale

Diventa partner di Ufficio Camerale ed aumenta il tuo faturato, affiliazione semplice e immediata, prezzi vantaggiosissimi su una piattaforma unica, assistenza telefonica in caso di difficoltà, un partner di ricerca e sviluppo sulle nuove tecnologie, la fornitura continua di materiale commerciale di supporto.

Approfondisci